Sgarri, evitarli e ridurre i danni

In questo articolo vedremo come poter prevenire o limitare al massimo i danni causati da uno sgarro alimentare.


Come prevenire gli sgarri?

Vi sono vari metodi per ridurre al minimo il rischio di sgarrare ma i più efficaci sono:

-Dieta non troppo dura
-Cheat meal/ricarica settimanale 
La dieta non dovrà essere esageratamente dura per le vostre capacità, altrimenti in poco tempo cadrete in tentazioni che causeranno sgarri con consueguente riduzione dei risultati ottenuti con i giorni precedenti di dura dieta.
Il cheat meal (pasto sgarro contenuto) settimanale può aiutarvi a tenere una dieta ipocalorica particolarmente dura.
La ricarica è meglio del cheat meal poiché si parla di un pasto più abbontante ma senza assumere alimenti non clmpresi nella vostra dieta.
Sia il cheat meal che la ricarica non dovranno essere eccessivamente caloriche (500/600kcal max).

Ridurre i danni, è possibile?

È possibile ridurre i danni dopo un pasto sgarro in vari metodi:

-Allenamento 
-Restrizione calorica 
-Integrazione
L'allenamento, soprattutto il cardio vi aiuterà a smaltire molte delle calorie assunte in eccesso, limitando l'aumento di massa grassa.
La restrizione calorica che dovrà avvenire nei giorni seguenti alla sgarrata (1-3 giorni), quest'ultima non dovrà essere eccessivamente dura altrimenti il metabolismo calerà rapidamente, semplicemente mangiate meno di quello che dovreste specialmente i carboidrati.
Anche l'integrazione può aiutarvi di molto, sia amminoacidi che gli integratori blocca-macro di cui ho parlato in un precedente articolo.

La strategia migliore è senza dubbio quella di abbinare le tre opzioni precendemente elencate per eliminare del tutto eventuali aumenti di massa grassa.

Per acquistare prodotti clicca sui pulsanti:


Ti è piaciuto l'articolo? Leggine altri nella sezione "Blog"!

Scrivi commento

Commenti: 0